Gli scaricatori di sovratensione Cooper in stabilimento

Il primo parametro di scelta di uno scaricatore e' la tensione di rete, definita questa come "valore massimo della tensione continuativa di fase verso terra"; da tenere in adeguata considerazione le condizioni di emergenza (ad es., per le linee isolate in media tensione, guasto fase-terra prolungato).
L'altro parametro di scelta la corrente nominale di scarica (NB: definibile solo con riferimento a specifiche normative).
Le normative di riferimento di tutti gli scaricatori Cooper sono le IEC 99-4, riconosciute ed adottate a livello mondiale (IEC = International Electrotechnical Commission).
I dispositivi abitualmente a magazzino in Italia per installazione in stabilimento sono i seguenti:

  1. Media tensione: scaricatori unipolari Cooper serie "UltraSIL", corrente nominale di scarica da 10 kA - Classe 1 (NB: esuberanti, per rete interna di stabilimento) e tensioni nominali di rete da 6kV, 9kV, 12kV, 15 kV, 20 kV e 23 kV; esecuzione per esterno, completi di accessori ed optionals.
  2. Bassa tensione: scaricatori Cooper serie "Storm Trapper High Energy" tripolari per rete trifase 380V e bipolari per rete monofase 220 V, corrente nominale di scarica da 5 kA (NB: secondo le normative ANSI-IEEE C62 11/IEC 99-4). Per tutti esecuzione protetta per esterno, completi di accessori.

NOTA: gli scaricatori Cooper serie "UltraSIL" in M.T. e serie "Storm Trapper High Energy" in B.T. sono abitualmente installati in USA sui trasformatori esterni da palo, direttamente ai morsetti del trasformatore.